I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accettil'utilizzo dei cookie da parte nostra.
OK

    Curiosità

    Lo sapevi che…? La nuova rubrica che sazia le tue curiosità insoddisfatte sulle novità, particolarità e stranezze che si rincorrono su piste adrenaliniche e pendii innevati. Oggi parliamo di Copenhill, il più efficiente termovalorizzatore del mondo che è diventato un'attrattiva sportiva sostenibile nel centro di Copenaghen.

    La nuova località sciistica dai morbidi pendii...di plastica!

    Sciare e fare snowboard senza neve? Sì, è possibile! Ecco una follia direttamente dalla Danimarca! A Copenaghen, l'affascinante capitale danese, si trova la montagna artificiale più alta del mondo, Copenhill, creata sopra il tetto di un termovalorizzatore che smaltisce ogni anno 440 mila tonnellate di rifiuti e riscalda e illumina 150 mila abitazioni.

    Con i suoi 85 metri di altezza, Copenhill offre una pista da sci di 9.000 metri quadrati in cui la neve artificiale è sostituita da...plastica riciclata! In questo modo sportivi più o meno esperti possono godere a pieno di una stazione sciistica aperta tutto l'anno che non teme inverni senza neve e nemmeno torride estati. Uno skilift porta gli sciatori fino a un'altezza di 78 metri da cui si snoda una discesa di ben 450 metri.

    Scii, ma non solo! 

    Una baita di montagna, una parete d'arrampicata, rilassanti tratti escursionistici e stimolanti percorsi per runners completano l'insolita esperienza outdoor tutta da provare sulle spalle di questo inceneritore di rifiuti trasformato in località sciistica.

    Termovalorizzatore Copenhill
    Il termovalorizzatore danese è diventato il centro delle attività sportive (e non solo!) degli abitanti della città. Ph.Credit: Copenhill

    Urbanistica sostenibile

    Copenhill è considerato un monumento ecologico: situato in una zona molto centrale di Copenaghen, rivendica un ruolo di utilità cruciale nella città ed è, inoltre, il termovalorizzatore più efficiente al mondo.

    Siamo riusciti a trasformare la sua massa edilizia nel fondamento della vita sociale della città: la sua facciata è scalabile, il suo tetto è percorribile e le sue pendenze sono sciabili.

    Bjarke Ingels - Architetto